Esame di Laurea

Le Lauree si svolgono ordinariamente in presenza, presso le sedi del Politecnico di Milano.  

Per essere ammesso a sostenere l'esame di Laurea lo studente dovrà:  

- aver superato i 180 crediti formativi relativi alle discipline attivate nel corso di Laurea, compresi i crediti relativi alla Prova finale;  

- aver redatto un elaborato e un portfolio individuale sotto la guida di un docente Relatore;  

- avere presentato domanda di iscrizione e assolto tutti gli adempimenti amministrativi, entro i termini previsti dal calendario accademico secondo le modalità previste dall’Ateneo.  

L’esame consiste nella presentazione di un elaborato (poster, prototipo, video ecc.) che rappresenti il/i progetto/i sviluppato/i durante il Laboratorio di Sintesi Finale, e da un portfolio che contenga progetti ed esperienze personali significative del proprio percorso formativo scelto.  

Entrambi i prodotti saranno redatti sotto la guida del Relatore coadiuvato. Tuttavia, il portfolio dovrà essere realizzato sotto la guida del docente responsabile della redazione dello stesso, ove il CCS abbia così disposto.  

Il portfolio è rigorosamente individuale, mentre l’elaborato può rappresentare un progetto che può essere il frutto di un lavoro coordinato, con parti comuni a diversi studenti.  

La Commissione deve essere sempre in grado di individuare il contributo di ciascun candidato.  

Il rilascio del PEL attesta la completezza dell’elaborato e del portfolio, ma non certifica l’avvenuto completamento di tutti gli esami presenti nel percorso di studi. 

Il Relatore è unico e deve essere un docente (Professore o Ricercatore) strutturato o a contratto dell’Ateneo (nell’Anno Accademico corrente o in quello precedente), e può far parte della Commissione di Laurea.  

Il Relatore può essere affiancato da uno o più Correlatori o da “esperti” di argomenti specifici, anche esterni alla Scuola.   

Non può essere individuato come Relatore un Docente non facente parte del laboratorio di Sintesi Finale seguito dallo studente.  

La domanda di iscrizione all’esame di Laurea deve essere presentata dal laureando entro le scadenze previste dall’Ateneo, tramite i propri Servizi Online.  

Il Laureando, dopo un’eventuale presentazione da parte del Relatore, illustra il lavoro svolto e i risultati ottenuti e risponde alle domande poste dai membri della Commissione di Laurea e dal Relatore. Per la presentazione dell’elaborato e del portfolio, il candidato ha a disposizione massimo 10 minuti, comprese le eventuali domande della Commissione.

L’elaborato e il portfolio sono redatti, di norma, in lingua italiana. Su motivata richiesta del Laureando, i lavori possono essere presentati in altre lingue, previa autorizzazione del Responsabile delle Lauree. Anche in questo caso la presentazione si svolge comunque in lingua italiana.  

Si richiama l’attenzione degli studenti, nella redazione della tesi di laurea, sul tema del plagio, ovvero della copiatura (anche involontaria) senza citazione della fonte di parti di libri, saggi, tesi, articoli, progetti di altri autori.  
Questo costituisce l’appropriazione, tramite copia totale o parziale, della paternità di un’opera altrui.  
 
Gli studenti sono pertanto invitati a controllare i propri elaborati e a citare sempre le fonti da cui testi e immagini sono tratti.  
 
In tal senso richiamiamo il seguente passaggio del Codice etico e di comportamento del Politecnico di Milano: "Il Politecnico promuove l'integrità della ricerca, condanna il plagio e la violazione della proprietà intellettuale e fornisce occasioni perché tutti coloro che svolgono attività di ricerca abbiano un’adeguata formazione sull'etica e l'integrità nella ricerca.” 

A valle della valutazione, presentazione e discussione dell’elaborato, nonché dell’intera carriera del Laureando all’interno del Corso di Laurea, la Commissione di Laurea, assegna un punteggio alla presentazione del candidato. 

Il punteggio assegnato dalla Commissione di Laurea ha un valore minimo di ‐1 (meno uno) punto cento-decimale e un valore massimo di 8 (otto) punti cento‐decimali.   

Il voto di Laurea, assegnato dalla Commissione di Laurea, è espresso in cento-decimi.  

Esso è costituito dalla somma della media dei voti conseguiti dal laureando negli insegnamenti, pesata sui crediti ed espressa in cento‐decimi e centesimi di cento‐decimi (senza considerare eventuali attività in soprannumero e le lodi), e del punteggio assegnato dalla Commissione di Laurea, espresso in cento‐decimi e centesimi di cento‐decimi.  

Tale somma andrà arrotondata all’intero più vicino (0,50 si arrotonda a 1,00) e limitata a 110.   

Il voto minimo di laurea sarà sempre e comunque 66.  

La Commissione di Laurea può decidere di assegnare la lode.  

La Commissione, nella attività di valutazione e di attribuzione dei voti, seguirà la scheda allegata al presente Regolamento, definita dalla Scuola concordemente con i CCS, che riporta ambiti rilevanti ai fini del giudizio sulla completezza del lavoro finale presentato.

La cerimonia di Proclamazione dei Laureati si tiene in forma pubblica solenne, per dare risalto all’evento.  

I Neolaureati riceveranno il Diploma di Laurea secondo le modalità previste dall’Ateneo.  

Esame di Laurea Magistrale

Le Lauree si svolgono ordinariamente in presenza, presso le sedi del Politecnico di Milano.  

Per essere ammesso a sostenere l'esame di Laurea Magistrale lo studente dovrà:  

- aver superato i 120 crediti previsti nel II Livello della Laurea Magistrale, compresi i crediti relativi al Tirocinio e i crediti relativi alla Prova finale;  

- aver elaborato una tesi individuale sotto la guida di un docente Relatore;  

- avere presentato domanda di iscrizione e assolto a tutti gli adempimenti amministrativi entro i termini previsti dal calendario accademico con le modalità e le scadenze previste dall’Ateneo. 

  

La Prova Finale per il conferimento della Laurea Magistrale e Ciclo Unico consiste nella presentazione e discussione, da parte del Laureando, di una Tesi da lui elaborata in modo originale sotto la guida di un Relatore (D.M. 270/04, art. 11 comma 5), che potrà avere natura teorica, sperimentale o progettuale.  

Il lavoro di Tesi è rigorosamente individuale.  

Possono essere previste Tesi fra loro coordinate, con una parte introduttiva in comune e volumi di Tesi separati.   

La Tesi può essere svolta da tre autori al massimo, anche iscritti a differenti corsi di Laurea Magistrale.  

Il lavoro di progetto sviluppato nell’ambito del Laboratorio di Sintesi Finale viene valutato a conclusione del Laboratorio che ha durata semestrale. L’esame finale di Laboratorio sarà teso ad accertare il completo svolgimento dell’iter progettuale.  

Durante lo svolgimento del LSF lo studente potrà impostare, concordandoli con i Docenti del Laboratorio, i possibili sviluppi teorici o progettuali della tematica affrontata nel LSF, che potrebbero costituire il nucleo del lavoro di Tesi.  

Gli studenti possono svolgere la Tesi su tematiche differenti da quelle impostate nel lavoro di Laboratorio o con Docenti diversi da quelli del LSF, purché di ruolo ed afferenti al CCS.  

Il Relatore è unico e deve essere un docente (Professore o Ricercatore) strutturato o a contratto dell’Ateneo (nell’Anno Accademico corrente o in quello precedente), e può far parte della Commissione di Laurea.  

Può essere affiancato da uno o più Correlatori o da “esperti” di argomenti specifici, anche esterni alla Scuola.  

La domanda di iscrizione all’esame di Laurea Magistrale deve essere presentata dal laureando tramite i Servizi Online entro le scadenze previste dall’Ateneo.    

Il Laureando, dopo una eventuale presentazione da parte del Relatore, illustra il lavoro svolto e i risultati ottenuti e risponde alle domande poste dai membri della Commissione di Laurea e dal Relatore.   

In caso di ottenimento di una Doppia Laurea/LM, la cui discussione sia tenuta nell’Università in cui il candidato consegue l’altra LM, o in altri casi eccezionali, su insindacabile giudizio del Preside, è possibile sostenere l’Esame di LM anche in condizioni di non presenza fisica del Laureando, mediante un collegamento video remoto tramite mezzi informatici, purché sia possibile un’identificazione certa del Laureando.  

Lo studente presenta alla Commissione di Laurea il lavoro di Tesi che può consistere:   

1. nello sviluppo di una Tesi teorica, progettuale, sperimentale o di ricerca innovativa (Tesi di ricerca);  

la Tesi deve:  

  • esplorare il progetto nei suoi aspetti tecnico-specialistici e/o sistemici in funzione degli obiettivi formativi del Corso di studi. La discussione deve prevedere un’approfondita dissertazione teorico/critica, metodologica e/o storica e/o un approfondimento di tipo sperimentale;  

  • prevedere una consistente parte propedeutica dedicata alla ricerca condotta con criteri scientifici e accesso alle fonti della conoscenza scientifica (banche dati, articoli scientifici, atti di conferenza, etc…);   

  • proporre di ampliare la conoscenza relativa ad un tema poco consolidato e le sue potenziali applicazioni oppure un maggior apporto nell’avanzamento della conoscenza rispetto ad una specifica area di ricerca (tesi di natura più teorica);  

  • richiedere un tempo minimo di elaborazione pari a 6 mesi.   

Tale tipologia dà diritto all’attribuzione di un punteggio massimo di 8 punti in sede di valutazione dell’elaborato di Tesi e della relativa presentazione.  

2. nello sviluppo di una Tesi di consolidamento e perfezionamento di conoscenze già acquisite (Tesi di consolidamento):  

la Tesi deve:  

  • illustrare il progetto potenziando gli aspetti tecnico-specialistici e/o sistemici in funzione degli obiettivi formativi del Corso di studi. La discussione deve prevedere un’adeguata argomentazione metodologica, aspetti storici, elementi teorico/critici;   

  • vertere su argomenti consolidati nella ricerca scientifica e nelle applicazioni progettuali;  

  • prevedere una parte di ricerca funzionale allo sviluppo del progetto e la semplice enucleazione delle assunzioni di fondo e delle principali ipotesi su cui si fonda l’applicazione progettuale proposta;  

  • essere centrata prioritariamente su potenziali applicazioni progettuali;  

  • richiedere un tempo minimo di due mesi di elaborazione. 

Tale tipologia dà diritto ad un punteggio massimo di 4 punti in sede di valutazione dell’elaborato di Tesi e della relativa presentazione.  

   

Gli studenti possono chiedere indifferentemente l’attribuzione della Tesi di ricerca innovativa o della Tesi di consolidamento. La richiesta dell’una o dell’altra tipologia di Tesi va tuttavia effettuata (e valutata dal Relatore) in funzione del tempo minimo necessario per l’espletamento dell’uno o dell’altro percorso e dell’impegno che lo studente intende profondervi.    

Lo studente deve mettere a disposizione della Commissione almeno n. 2 copie della Tesi: copie che potrà riprendere al termine della discussione.

La Tesi è scritta, di norma, in lingua italiana o inglese.  

Su motivata richiesta del Laureando, può essere accettata anche una Tesi scritta in altre lingue, previa autorizzazione del Responsabile delle Lauree, ma con presentazione e discussione comunque in lingua italiana o inglese.  

Se la Tesi è scritta in lingua inglese o altra lingua straniera, essa deve comunque contenere un estratto in lingua italiana.  

Si richiama l’attenzione degli studenti, nella redazione della tesi di laurea, sul tema del plagio, ovvero della copiatura (anche involontaria) senza citazione della fonte di parti di libri, saggi, tesi, articoli, progetti di altri autori.  
Questo costituisce l’appropriazione, tramite copia totale o parziale, della paternità di un’opera altrui.  
 
Gli studenti sono pertanto invitati a controllare i propri elaborati e a citare sempre le fonti da cui testi e immagini sono tratti.  
 
In tal senso richiamiamo il seguente passaggio del Codice etico e di comportamento del Politecnico di Milano: "Il Politecnico promuove l'integrità della ricerca, condanna il plagio e la violazione della proprietà intellettuale e fornisce occasioni perché tutti coloro che svolgono attività di ricerca abbiano un’adeguata formazione sull'etica e l'integrità nella ricerca.” 

A valle della valutazione, presentazione e discussione della Tesi di LM, nonché dell’intera carriera del Laureando all’interno del Corso di Laurea Magistrale, la Commissione di Laurea, assegna un punteggio alla presentazione del candidato.  

Il punteggio assegnato dalla Commissione di Laurea ha un valore minimo di ‐1 (meno uno) punto cento-decimale e un valore massimo di 8 (otto) punti cento‐decimali. Per i soli Corsi di LM a ciclo unico (quinquennale) il punteggio massimo è di 10 (dieci) punti cento-decimali.  

Il voto di Laurea, assegnato dalla Commissione di Laurea, è espresso in cento-decimi.  

Gli esami di Laurea Magistrale sono pubblici. Il pubblico dovrà essere allontanato dall’aula solo al termine delle discussioni, al fine di poter procedere alla definizione del voto.  

Il Politecnico di Milano considera gli Esami di LM momenti di grande rilievo e in tali occasioni intende fornire di sé un’immagine di alto livello ai Laureandi e alle persone esterne all’Ateneo convenute.   

La cerimonia di Proclamazione dei Laureati Magistrali si tiene in forma pubblica solenne, per dare risalto all’evento.  

I Neolaureati riceveranno il Diploma di Laurea Magistrale secondo le modalità previste dall’Ateneo.  

Deposito Elaborati di Laurea e Tesi

Il deposito online dell'elaborato di Laurea non è previsto per gli studenti della Scuola del Design.

Il deposito online della Tesi (senza correlatore) è previsto per gli studenti di tutti i Corsi di Laurea Magistrale della Scuola del Design.   
   
Come depositare la Tesi online  

Il deposito della Tesi in formato pdf deve essere effettuato attraverso i Servizi Online in seguito all’iscrizione all'esame di laurea, entro la scadenza prevista dal calendario accademico.   
   

Procedure per il deposito della tesi online  

Il relatore, attraverso i suoi Servizi Online, può procedere con:  
- il rinvio temporaneo, qualora servisse apportate delle modifiche alla Tesi.   
In questo caso il laureando, una volta modificato il file, dovrà procedere nuovamente al deposito della Tesi entro la scadenza prevista dal calendario.   
- l’approvazione, che prevede che la Tesi venga ufficialmente depositata e che sia pronta per essere discussa.  
- il rifiuto della Tesi e conseguente invito al laureando a ripresentarsi in una sessione di laurea successiva.  

  
Le procedure sopra descritte sono valide anche per gli studenti del Vecchio Ordinamento.   

Per maggiori informazioni consultare la pagina Deposito della Tesi e il lo scadenzario per l’iscrizione alle Lauree.  

YoutubeiTunes UInstagrramLinkedIn
Piazza Leonardo da Vinci 32, 20133 MilanoDove Siamo